ATMOSFERA ESPLOSIVA

HOME | NORME ANTIDEFLAGRANTI | Atex Zones | Atmosfera Esplosiva

Miscela in aria di una sostanza infiammabile sotto forma di gas, vapore, nebbia o polvere, in condizioni atmosferiche normali, in cui, dopo l’accensione, la combustione procede fino ad esaurimento della miscela stessa.

^

Sostanza infiammabile: sostanza di per sé infiammabile o in grado di produrre un gas, un vapore o una nebbia infiammabili

^

Liquido infiammabile: liquido in grado di produrre vapore infiammabile, in una qualsiasi condizione operativa prevedibile.

^

Gas o vapore infiammabile: gas o vapore che, se miscelato con l’aria in determinate proporzioni origina un’atmosfera esplosiva

^

Polvere infiammabile: vengono considerate solamente quelle polveri infiammabili che reagiscono con l’ossigeno dell’aria; sono pertanto escluse quelle polveri che, contenendo in sé anche il comburente, possono esplodere in assenza di ossigeno atmosferico.

Alcune cause di innesco possono essere:

^

Superfici calde

^

Fiamme o gas caldi (es. gas di scarico)

^

Materiale elettrico (archi, scintille, temperature)

^

Cariche elettrostatiche

^

Scintille meccaniche

Un’esplosione si verifica quando sono presenti allo stesso momento e nello stesso luogo un’atmosfera esplosiva pericolosa e una fonte di innesco efficace. Se una di queste condizioni non è presente, non si verifica alcuna esplosione. 

Esiste un pericolo di esplosione quando si eseguono, ad esempio, le seguenti attività: estrazione, produzione, stoccaggio, trasporto, lavorazione, travaso e trasferimento di sostanze infiammabili suscettibili di formare un’atmosfera esplosiva.

^

Protezione: eliminazione di uno o più componenti del triangolo di combustione

^

Luogo pericoloso: è il luogo in cui è o può essere presente un’atmosfera esplosiva per la presenza di gas, in quantità tale da richiedere provvedimenti particolari per la realizzazione, l’installazione e l’impiego delle costruzioni.
In relazione alla frequenza di formazione ed alla permanenza di un’atmosfera esplosiva i luoghi pericolosi sono classificati nelle seguenti zone: Zona 1 (Cat. 2G), Zona 2 (Cat. 3G), Zona 21 (Cat. 2D), Zona 22 (Cat 3D)

^

Direttiva Macchine 2006/42/CE: la macchina deve essere progettata e costruita in modo da evitare qualsiasi rischio di esplosione provocato dalla macchina stessa o da gas, liquidi, polveri, vapori ed altre sostanze prodotti utilizza dalla macchina.

MOTORI ANTIDEFLAGRANTI

VEICOLI ANTIDEFLAGRANTI

CERTIFICAZIONI E BREVETTI

ALTRE ZONE ATEX ←

Links

PRIVACY POLICY

COOKIE POLICY

FAQ

ASSISTENZA

Contatti

 

Sede centrale

Via Marconi 29/31, 20812 Limbiate (MB) – Italia
Tel. (+39) 02 99 08 11 | Fax (+39) 02 99 05 24 88

 

Ufficio Commerciale

Sistemi Abbattimento Emissioni Nocive

Assistenza e Post Vendita

Hai bisogno di maggiori informazioni?

RICHIEDI UN’OFFERTA

CONTATTA IL NOSTRO TEAM